Perché nessuno possa dimenticare di quanto sarebbe bello se, per ogni mare che ci aspetta, ci fosse un fiume, per noi. E qualcuno un padre, un amore, qualcuno capace di prenderci per mano e di trovare quel fiume immaginarlo, inventarlo e sulla sua corrente posarci, con la leggerezza di una sola parola, addio. Questo, davvero, sarebbe meraviglioso. Sarebbe dolce, la vita, qualunque vita. E le cose non farebbero male, ma si avvicinerebbero portate dalla corrente, si potrebbe prima sfiorarle e poi toccarle e solo alla fine farsi toccare. Farsi ferire, anche. Morirne. Non importa. Ma tutto sarebbe, finalmente, umano. Basterebbe la fantasia di qualcuno un padre, un amore, qualcuno. Lui saprebbe inventarla una strada, qui, in mezzo a questo silenzio, in questa terra che non vuole parlare. Strada clemente, e bella. Una strada da qui al mare.

Alessandro Baricco


Dedicato a tutti quelli che…tutte le strade portano al mare…

A volte sembra che non esista, che quel padre, quell’amore che dovrebbe dolcemente posarci su quella barca che percorrerà la nostra vita, non esista!

Credo profondamente non sia cosi, esiste ed è sempre stato con noi, dentro di noi; per questo magari dovremmo solo cambiare il nostro punto di vista e cercare la mano che ci deve condurre dentro di noi. Dobbiamo trovare il coraggio di salire su quella barca per quanto sgangherata possa sembrare e percorrere quel fiume, seguendo il nostro più intimo obiettivo, perchè solo un obiettivo può darci il coraggio di raggiungerlo. Dobbiamo avere sempre la consapevolezza che l’insuccesso è comunque il frutto di un tentativo, che in fin dei conti è sempre meglio provare a prenderla quella barca piuttosto che rischiare di rimanere a piedi ;).

Continua a leggere

Cucinare è come amare o ci si abbandona completamente o si rinuncia!

Harriet Van Horne.

 

Ed io mi sono abbandonato…

l’ho fatto  completamente, per anni, barattando quasi, o forse, tutto  con la mia passione; si perchè la semplice passione non basta per farne un lavoro o far si che il proprio lavoro diventi la propria passione, occorre sacrificio dedizione e fatica. Primo Levi diceva che “trovare un lavoro che si ama corrisponde alla migliore approssimazione della felicità sulla terra”, forse è proprio così, anche se il lavoro da solo non basta, devi imparare a gestirlo, prima che lui inizi a gestire te. E con l’età della ragione ho capito che tutto va come deve andare e che tutto poi torna come prima, anche se tu non sei più lo stesso, ho capito che io, non gli eventi, ho il potere di rendermi felice o infelice oggi, io posso scegliere come sarà, per questo continuerò ad abbandonarmi. 😉

 

 

Continua a leggere

Il legno sembra fermo, ma è sottoposto a pressioni interne che lentamente lo spaccano.
La ceramica si rompe, fa subito mostra dei suoi cocci rotti.
Il legno no, finché può nasconde, si lascia torturare ma non confessa.
Io sono di legno.

Giulia Carcasi.

 

Stai per esplodere, ma ancora ti moderi; sorridi sempre, ostinatamente, magari serve, la risata spesso è contaggiosa, forse sorride anche un altro e siete già in 2; a volte vuoi gridare; a volte non vorresti sentire; vorresti stare solo o ti sei stufato di rimanerci; forse vorresti mollare, perchè chi te lo fa fare, però in fondo hai fatto 30 e potresti anche far 31; li però non ci vuoi stare, ma alla fine ancora devi rimanerci. Forse sono tutte ste cose che spaccano il legno, lo crepano… fortunatamente le crepe spesso sono solo interne e la struttura tutta intorno è ancora bella solida e tiene su tutto quanto, tutto in piedi, tutto ancora come lo vuoi tu.

 

 

 

Continua a leggere

Allora, tu dici che le tue ossessioni sono dure a morire? È questo che sono gli uomini? Ossessioni? Non ti viene mai voglia di dare un taglio al gioco del dolore e della caccia e degli scacchi e delle corna? Non riesci a formulare un giudizio di valore? Non riesci a scegliere qualcuno? Qualcuno accanto a cui coricarti e guardare il soffitto e ascoltare musica, fumare sigarette, parlare, ridere e lasciarti andare? Non ti farebbe sentire bene il fatto di diventare qualcosa? Cazzo. Qualcuno dovrebbe esserci. Una persona per un’altra persona, anche se dovessi essere tu stessa. È su questo che sto lavorando: me stesso per me stesso, piano piano, e poi forse potrò aprire la porta a qualcun altro.

— Charles Bukowski

 

Alla fine torni sempre li se non stai bene con te stesso forse davvero non puoi stare bene con nessuno; e non stare bene con nessuno non è una gran cosa, anzi credo sia proprio uno schifo. Vivere bloccati e congelati dentro se stessi e un pò come essere brutti e morti, penso. Qualcuno dovrebbe esserci però, qualcuno dovrebbe esserci sempre per ognuno anche se non lo sappiamo o pensiamo di non volerlo. Me stesso per me stesso…Alla fine questo percorso l’ho gia compiuto, in effetti sono anni che lo percorro, quella porta ora è bella che spalancata e mi andrebbe davvero di guardare un soffitto….vabbe vorrà dire che inizio a farlo da solo va! 😉

 

Continua a leggere

‘C’è una verità elementare la cui conoscenza dà vita a innumerevoli idee e splendidi piani: nel momento in cui uno si impegna a fondo, anche la provvidenza allora si muove. Infinite cose accadono per aiutarlo, cose che altrimenti mai sarebbero avvenute…Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di poter fare, incominciala. L’audacia ha in se genio, potere e magia. Incominciala adesso.’

Wolfgang Goethe”

Dedicato a  tutti quelli che riescono a ordinare i prodotti della vita dal più grande ingrosso sul mercato…l’Universo

 

Avete mai desiderato una cosa talmente tanto che alla fine si è realizzata? Avete mai pensato a qualcosa così intensamente da essere convinti ormai di averla in pugno? Avete mai lottato duramente per qualcosa riuscendo poi ad ottenerla? Magari ci state ancora pensando o la state ancora desiderando e nel frattempo state lavorando per averla o forse l’avete già ottenuta, io personalmete ci sto ancora lavorando ma sono convinto di ottenerla ;). Una mia amica sostiene che tutto ciò che ci serve c’è, è li a portata di mano; basta chiederlo, nei modi giusti ovviamente, all’universo! E se l’Universo è stato interpellato come si deve, be ecco, dovrebbe rispondere, almeno a lei ha risposto e credo che se ci pensiamo bene, un pò, ha risposto a ognuno di noi e quando non lo ha fatto, bè, forse non eravamo abbastanza convinti mentre facevamo la richiesta;).

 

 

Continua a leggere