Sono appena tornati i miei dalle vacanze e cosa mi hanno portato…? Mica una felpa un libro o un souvenir qualsiasi ma un bel pezzo di speck e della farina di mais per polenta, di quella bella rustica, di quella buona :)…Mia mamma sa che apprezzo un pezzo di speck quanto una ragazza apprezzerebbe un gioiello! Così oggi a pranzo ho deciso di unire le due cose, con l’aggiunta di un sughetto di cinghiale portato la scorsa settimana da mio padre…Non ho parole per descrivere il tutto :P.

Continua a leggere

Bè il trasloco è ufficialmente finito, ringrazio Fabio mio decennale amico per avermi salvato dalle ripetute file alle poste per la spedizione di innumerevoli pacchi ed essere venuto a prendermi sin lassù a Pisa, grazie di cuore :D. Comunque ora sono a Cagliari nella mia amata città, nella mia amata isola, Cosa fare ancora non mi è ben chiaro ma l’ottimismo prevale come sempre su tutto e quindi qualcosa succederà, domani è un altro giorno e di sicuro sarà un gran giorno! Per adesso con l’aiuto di Valentino mi sono regalato questo sito per il compleanno del blog, bè in effetti dopo un anno e tutte le soddisfazione che mi ha dato una facciata nuova se la meritava. Credo che questo sarà uno degli ultimi piatti invernali di questa stagione prima che la primavera ci sorprenda.. e si perchè qui a Cagliari la primavera arriva presto ;).

Continua a leggere

Bè ripresi dalle vacanze natalizie?? Non so perchè ma  a volte ho la sensazione che certe vacanze siano più stancanti che altro e anzichè rigenerarti ti degenerano, eh si perchè alla fine c’è la corsa ai regali, si esce da lavoro e si corre a fare la spesa per il cenone, e per il pranzo di natale, poi magari altri due giorni di lavoro e c’è il capodanno, insomma un corri corri generale che finisce per sfinirti (scusate il gioco di parole :)). Comunque alla fine certo non possiamo rinunciare a queste feste, insite nel nostro dna credo e che poi, alla fin fine, non sono neanche così male ;). Ma veniamo al sodo, sto per proporvi due ricette di cacciagione; sono carni, quelle della lepre e del cinghiale, che trovate ormai in tutte le città, nei mercati o nelle macellerie specializzate, carni abbastanza care questo si, io ho la fortuna di avere un papà cacciatore e queste prelibatezze le mangio sin da piccolo. Per la prima ricetta ho usato delle costolette di cinghiale, era una femmina giovane, quindi il sapore della carne era meno forte, diciamo meno selvatico e non ha avuto bisogno di lunghe marinature; cosa obbligatoria nel caso l’animale sia maschio, soprattutto se non più tanto giovane.

Continua a leggere