Quale dolce potrebbe essere più indicato per oggi? 🙂

Cosa occorre:

Per il pan di spagna:

  • 6 uova intere;
  • 180 gr di zucchero;
  • 150 gr di farina 00;

Per la crema pasticcera:

  • 50 cl di latte
  • mezza stecca di vaniglia (o qualche goccia di essenza di vaniglia)
  • 3 o 4 scorze di limone
  • 3 tuorli
  • 80 gr di zucchero semolato
  • 25 gr di farina
  • 2 cucchiai di maizena (in mancanza usare 50 gr di farina anziche 25 ;-))
  • Liquore a scelta (rhum, maraschino, limoncello)

Per la panna:

  • 250 ml panna da montare, magari gia zuccherata 😉

Come procedere:

Per il pan di spagna : montare tuorli e zucchero per almeno 10-15 minuti, a parte montare gli albumi con un pizzico di sale a neve fermissima (inclinando il recipiente il composto non si deve muovere), anche qui per almeno 15-20 minuti. Unire i due composti lentamente e mescolando con una spatola di legno o di plastica dal basso verso l’alto, in modo da far prendere più aria possibile al composto e non farlo smontare, a questo punto unire la farina con l’aiuto di un setaccio, sempre molto lentamente e col solito movimento dal basso verso l’alto :-). Mettere il composto ottenuto in una teglia tonda (va bene anche quadrata) ben imburrata. Infornare a 170°, a forno gia caldo, per circa 40 minuti. Trascorso il tempo controllate con uno stuzzicadenti la cottura ( se esce pulito, senza impasto appiccicato sopra, è pronto :-)). Mi raccomando attenzione quando aprite il forno per controllare, apritelo lentamente e il meno possibile, per evitare sbalzi di temperatura eccessivi, l’ideale alla fine della cottura sarebbe lasciare il pan di spagna dentro il forno leggermente aperto cosi da raffreddarsi lentamente.

Per la crema: fate scaldare il latte a fuoco dolce con la stecca di vaniglia, e le scorze di limone. in una terrina montate i tuorli e lo zucchero semolato, incorporate farina e maizena; ora togliete le scorze e la stecca di vaniglia dal latte e versate il latte bollente nella terrina e mescolate bene. Travasate il composto in un pentolino (meglio se antiaderente), cuocete a fuoco basso senza smettere di mescolare finchè la crema non si addensa e lasciate raffreddare.

per la panna: sarebbe meglio usare un contenitore e le fruste belle ghiacciati, versarci poi la panna (fredda di frigorifero) e azionare lo sbattitore finchè la panna non risulta montata.

Assemblaggio del dolce :-):

Unire la  panna alla crema ormai fredda, tagliare in due dischi il pan di spagna con un coltello lungo e affilato, inumidire il pan di Spagna col liquore prescelto (diluitelo con un pò di acqua, cosicchè non risulti troppo forte) fare uno scavo nella base per togliere un pò di pan di spagna e far spazio al composto di crema e panna e farcire il vuoto con la crema. Appoggiatevi il coperchio capovolto e coprirlo con la crema avanzata spargendola uniformemente: serve a livellare le possibili imperfezioni di cottura e farà da “collante” per la guarnizione.
Prendete quindi le briciole estratte dallo “scavo” e fate tante piccole palline di “mimosa” e spargetele su tutta la superficie della torta, in modo da dare l’apparenza di un soffice fiore di mimosa.

Accompagnate con un buon moscato 😉

Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

4 Commenti per “Torta mimosa

  • Forse è meglio usare una spatola?!Il cucchiaio di legno non è proprio l’ideale…Penso che usare utensili giusti renda tutto più

  • …semplice!

  • IL PAN DI SPAGNA è l’unica ricetta che mi viene bene,così mi permetto di dare qualche consiglio!Non ti dispiace?

  • No no anzi, mi fa piacere, modifiche apportate 😉

Inserisci un commento