“Ed è qualcosa da cui non puoi scappare. Il mare.Il mare incanta, il mare uccide, commuove , spaventa, fà anche ridere, alle volte, sparisce, ogni tanto, si traveste da lago, oppure costruisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, non dà risposte, è saggio, è dolce, è potente, è imprevedibile. Ma soprattutto: il mare chiama. Non fà altro, in fondo, che questo: chiama. Non smette mai, ti entra dentro, ce l’hai addosso, è te che vuole. Puoi anche far finta di niente , ma non serve. Continuerà a chiamarti. Questo mare che vedi e tutti gli altri che non vedrai, ma che ci saranno, sempre, in agguato, pazienti, un passo oltre la tua vita. Instancabilmente, li sentirai chiamare. Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sarà sempre un mare, che ti chiamerà.”

A. Baricco

 

 

Tra europei, lavoro…e intense serate non ho avuto un attimo per scrivere, in effetti è da più di un mese che non butto due righe qui sul blog. L’estate qui in Bavaria tarda ad arrivare, è come se fosse passata e non me ne fossi accorto…ma vi giuro, non è passata! Per fortuna tra una settimana sarò con i piedi e tutto il resto in ammollo nel mio adorato mare a prendere il caldo sole della Sardegna abbrustolendomi lentamente sino a raggiungere la perfetta cottura, croccante fuori, tenero e succoso dentro, a no scusate quello è il maialetto :P! Magari con un ichnusa ghiacciata in una mano…. Aaaaahhhh non vedo l’ora…in compenso mi sono ustionato venerdi scorso mentre grigliavo qui sul fiume Isar, avrei anche fatto il bagno ma non ho potuto perchè, come direbbe Luca “la situazione ci è sfuggita di mano” e abbiamo esagerato con spiedini, lombatine di agnello e birra….Ogni tanto mi chiedo cosa pensino quelli che mi conoscono ma anche quelli che mi conoscono un po’ meno…”Ma a Monaco mangi, bevi e basta?”

In realtà non faccio solo quello solo che mi godo ogni giorno non sapendo cosa accadrà domani ;).

 

Cosa occorre:

  • 350 gr di filetto di manzo
  • 250 gr di mozzarella di bufala Campana
  • 4 uova di quaglia
  • 50 gr di pinoli (una manciata)
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 3 alici
  • 2 pomodorini secchi
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio di senape (non piccante)
  • olio e.v.o qb
  • sale & pepe
  • 1 coppapasta

 

 

Come procedere:

Questa volta è semplice veloce, un ottimo antipastino, perfetto sostituto del solito carpaccio rucola e grana ;). Procuratevi un coltello ben affilato e tagliate il filetto, prima a fettine sottili, poi ogni fettina a striscioline e infine ogni strisciolina a pezzettini…cosi da fare dei bei cubettini; date un’ulteriore tritata sempre al coltello se la preferite più fine; tritate poi finemente lo scalogno, i pomodori secchi (dopo averli ammollati un po’ in acqua tiepida) e le alici. In un insalatiera condite la carne tritata con i capperi, le alici, i pomodorini secchi, lo scalogno, i pinoli, la senape e un filo d’olio, aggiustate di sale e pepe a vostro piacimento e mescolate per bene con un cucchiaio. Nel frattempo prendete la vostra bella mozzarella (conservate il siero!!!!) e frullatela nel classico frullatore a bicchiere, quello per i milkshake! Aggiustate in corso d’opera con un po’ del siero della mozzarella e un filo d’olio extra vergine, dovrebbe uscire una bella crema fluida e densa. Cuocete le uova di quaglia in una padellina anti aderente con un filo d’olio e un pizzico di sale, aiutatevi con un coltellino per aprire le uova, incidendo un cerchietto nella parte bassa dell’uovo e facendo poi scivolare il contenuto delicatamente nella padella. Coppate ora la carne con il vostro coppapasta, adagiatevi sopra l’uovo di quaglia e servite le tartare con la crema di bufala e magari un insalatina fresca, qualche crostino di pane e un ultimo filo d’olio ;).

 

Buon appetito

 

Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

2 Commenti per “Tartare di filetto di manzo & ovetto di quaglia su emulsione di bufala

  • Questa tartare è un capolavoro!

    • Francesca grazie!!! Ma così mi fai arrossire…

Inserisci un commento