Per 4 persone.

Cosa occorre:

  • 1kg di carne di polpa di manzo, spalla, taglio reale del quarto anteriore, sottosfera, campanello(va bene quella che si usa per il brodo).
  • 50 cl birra rossa (una buona :-))
  • brodo
  • 1 costa di sedano
  • 1 o 2 carote (dipende dalle dimensioni)
  • 1 spicchio d’aglio
  • mazzetto erbe aromatiche (rosmarino,alloro,timo, salvia)
  • sale e pepe q.b.

Come procedere:

Fate marinare la carne nella nostra birra rossa, con le verdure tagliate a cubetti e il mazzetto di erbe aromatiche per qualche ora. sgocciolare e asciugare la carne, tagliarla a cubetti, far soffriggere in una casseruala le verdure e il mazzetto di erbe aromatiche della marinatura, aggiungere la carne e bagnare con la birra della marinata, salare e pepare (meglio se pepe a grani tritato). Appena il liquido si riduce, aggiungere il brodo, caldo, coprire con un coperchio e lasciar cuocere per almeno due ore, aggiungete altro brodo se necessario. A fine cottura togliere il mazzetto di erbe aromatiche e la carne e frullare il liquido di cottura con le verdure, cosi da ottenere una crema ;-), rimettere la carne e servire caldo.

Bevanda d’accompagnamento? Che domande la buona birra di cottura che avete usato per cucinare lo spezzatino, consiglierei anche una buona birra d’abbazia, che si potrebbe usare anche per questa ricetta, come per la ricetta tradizionale belga a base di manzo che, dopo un’abbondante rosolatura, viene portato a cottura con la birra e, come aromi, prevede cipolla, timo, alloro e mostarda di Dijon. Si accompagna usualmente con patate bollite e viene abbinata con la birra usata in cottura che, nei casi più fortunati, è una birra d’Abbazia. 🙂

Quindi amici sbizzarritevi e buon appetito 😉

Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

2 Commenti per “Spezzatino brasato alla birra rossa

  • Beh se mi vuoi far crepare dal desiderio…ci sei riuscito!!! non mi puoi mettere queste ricette strepitose :p

  • eheh rena ce ne saranno sempre di nuove 🙂

Inserisci un commento