Non far sapere al contadino quanto è buono…il risotto con le pere (non era così?!?); che poi il perchè non glielo debba dire, ancora mi sfugge, poverino. Comunque bando alle ciance, finalmente torno a scrivere e a cucinare per voi e devo essere sincero mi siete davvero mancati/e, alla fine quando scrivo qui sul blog mi sembra quasi di parlare con tutti voi. La stagione che, ormai, tale più non era è finita un paio di settimane fa, tutto perfetto (o quasi), un esperienza super costruttiva…ma, devo essere sincero, ero un pò stanchino. Dunque per riprendermi ho veduto bene di partire e farmi un paio di giorni di vacanza a Barcellona :), città stupenda, quasi quasi cerco lavoro li 😉 !!  Questa vacanza ci voleva credetemi, mi ha rigenerato. Ora sono di nuovo nella mia adorata Cagliari, sempre con tanti progetti in testa e ancora l’incertezza su quale sarà la prossima città o nazione che mi accoglierà. Nell’attesa un risottino, con un abbinamento collaudato e non troppo elaborato ma che ora, coi primi freddi e  col passaggio tra autunno e inverno, ci sta proprio tutto! Un abbraccio a tutti…

Cosa occorre:

Per 4 persone

  • 350 gr. riso carnaroli
  • 2 pere abate
  • 250 gr di formaggio taleggio
  • 1 scalogno
  • 1  bicchierino di grappa di cannonau
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 2 noci di burro
  • sale & pepe q.b

 

Come procedere: (video ricetta)

Allora, dunque, mmm… Sbucciate le pere, privatele del torsolo, una tagliatela a cubetti mentre l’altra a metà e poi a fettine abbastanza sottili ma non troppo, ricavatene 12 fette. Tagliate a dadini piccoli il taleggio e tritate lo scalogno, versatevi 2 bicchierini di grappa (ah era uno? L’altro bevetelo ;)…scherzoooo!!!) mettete a bollire una pentola con dell’acqua, circa 3 lt, salatela leggermete, ci servirà per portare a cottura il riso, ho preferito della semplice acqua al brodo per evitare che i sapori vengano coperti; dopo aver prearato tutti gli ingredienti iniziamo!  Ci serviaranno 2 padelle una abbastanza grande per contenere i 350 gr. di riso e l’altra un pò più piccola per fare le nostre pere alla grappa. Nella padella per il riso mettiamo lo scalogno, una noce di burro e una manciata delle pere a cubetti (queste si faranno tutti i 20 minuti di cottura in modo da dìtrasformarsi in una sorta di purea), lasciamo andare e appena lo scalogno comincerà ad appassire aggiungiamo il riso e lasciamolo tostare, sfumiamo col vino bianco e iniziamo la cottura lunga con l’aggiunta graduale di acqua calda. Mentre il risotto prende forma nell’altra padella facciamo sciogliere una noce di burro, appena sciolta facciamo andare le nostre fette di pere, poco più di un minuto a lato, dopo averle girate da entrambi i lati aggiungete un pizzico di sale, una macinata di pepe e sfumate con il  bicchierino di grappa, appena l’alcool sarà evaporato spegnete e mettete da parte. Ritorniamo sul nostro risotto che ormai sarà a metà cottura, ecco a questo punto aggiungete i cubetti di pera rimasti; a fine cottura mantecate con il taleggio tagliato a pezzetti, aggiustate di sale, pepate, decorate i piatti con le fettine di pera alla grappa…e che dire, gustatevelo!

 

http://www.youtube.com/watch?v=OyKqjEWFR58

 

Buon appetito!

 

 


Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

Inserisci un commento