Domenica di pioggia anche nella città del sole oggi, bè l’inverno è inverno anche qui, fortunatamente dura un pò meno che su al nord :). Oggi in teoria mi ero prefissato di fare una bella escursione, un bel trekking con qualche amico ma aimè il tempo mi è stato avverso e mi sono dovuto accontentare di un pranzetto domenicale, qualche film su sky e la mia adorata poltrona. Assolutamente la più classica delle domeniche…Se non fosse per questo “piattino” molto interessante, in principio seppie e piselli non sarebbero dovute essere abbinate al riso, invece poi….

Per un amica a cui piace tanto questo riso 😉

Cosa occorre:

Per 4 persone

  • 350 gr riso nero di venere
  • 1 kg di seppiette fresche
  • 350 gr piselli
  • 4 gamberoni
  • 4 pomodorini ciliegia
  • 1 carota piccola
  • 1 cipollotto fresco
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 peperoncino fresco
  • poco prezzemolo tritato
  • 1 bicchierino  di vino bianco
  • olio e.v.o q.b
  • sale & pepe q.b

 

Come procedere:

Pulite e lavate le seppie accuratamente, in una padella capiente versate un filo abbondante d’olio, lo spicchio d’aglio, il cipollotto affettato sottile, il peperoncino. Fate scaldare e insaporire l’olio, dopo un minuto adagiate le seppie e fatele rosolare, sfumate con il vino bianco, aggiungete i pomodorini e i piselli, aggiustate di sale e pepe, fate cuocere una mezz’oretta, se vedete che il tutto si sta asciugando, durante la cottura aggiungete un pò d’acqua, negli ultimi 5 minuti aggiungete i gamberoni e a fine cottura aggiungete la manciatina di prezzemolo tritato; non lasciate il condimento troppo asciutto perchè poi servirà un pò di liquido per far saltare il riso. Questo era il condimento, per il riso mettete a bollire abbondante acqua, come giungerà ad ebollizione salatela (non troppo perchè il condimento è molto saporito e anche il riso venere ha un sapore più deciso del riso normale) e versateci il riso, ci impiegherà una buona mezz’ora a cuocere, appena pronto scolatelo e fatelo insaporire nella padella col condimento per qualche minuto, giusto il necessario per far asciugare il liquido lasciato in eccesso in precedenza (ve l’avevo detto, ricordate?!!! :P) ecco pronto un bellissimo piatto unico tutto da gustare :).

 

Buon appetito

 

 

 

Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

Inserisci un commento