scampiMancavo da un pò lo so, ma tra l’organizzazione delle serate enogastronomiche e il lavoro e il solito tram tram, bè ho avuto poco tempo. In compenso ho un paio di ricettine che mi frullano in testa solo da mettere in padella ;-). L’umore è altalenante in questi giorni, colpa del tempo che non ne vuole sapere di assestarsi, e anche la mia cucina ha accusato la mia mancanza, mi manca decisamente il sole, se penso che l’anno scorso a maggio ero al mare, non fatemici pensare và. Una delle ricettine che mi frullavano in testa, questa gia da diversi mesi, è il riso di venere con gli scampi, o con i cugini gamberi; avevo provato gia questo riso nero qualche mese fa, con delle verdure, dei cavoli per l’esattezza, ma non mi aveva soddisfatto, il riso aveva espresso tutto il suo potenziale ma quei cavoli non lo aiutavano per nulla, è un riso aromatico, profumato e sue proprietà nutrizionali sono straordinarie, per la ricchezza di fibra, fosforo, calcio, ferro, zinco e selenio, per esaltarlo al meglio ci voleva il mare, e dato che il mare per me è estate, ho aspettato un altro pò a preparare questo riso. Senza contare le grandi proprietà afrodisiache di questo riso (di venere appunto) e dei nostri amici crostacei, quindi potrei anche consigliare questo piatto per una cenetta romantica, a lume di candela ;-).

Per 4 persone

Cosa occorre:

  • 300 gr di riso di venere
  • 4-5 scampi (almeno uno a testa)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 peperoncino
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 bicchiere di vino bianco (usate quello che dovete bere, o comunque un vino buono)
  • olio evo

Come procedere:

Pulire gli scampi, il procedimento è simile a quello utilizzato per i gamberi l’unica differenza è che il carapace degli scampi è un po’ più tosto. Cominciando dalla parte più vicina alla testa, dalla parte del ventre iniziate a fare una leggera pressione con i pollici e contemporaneamente  allargate  verso l’esterno, insomma dovete togliere il “guscio” che riveste la coda, staccate le code e mettetele da parte. Lavate il prezzemolo, fatelo asciugare e tritatelo finemente. In una padella mettete lo spicchio d’aglio in camicia, schiacciato, il peperoncino, un filo d’olio e mettetela su fiamma vivace, in questo soffritto schiacciate le teste degli scampi, e fate uscire il liquido fate soffriggere leggermente e sfumate col vino bianco, fate cuocere a fiamma bassa qualche minuto, scolate il riso e versatelo nella padella e aggiungete le code, aumentate nuovamente la fiamma e fate saltare il riso finchè le code non sono cotte (qualche minuto), ora una bella manciata di prezzemolo tritato, fresco e profumato, e il piatto è pronto. Semplicissimo e goduriosissimo. Io l’ho accompagnato con un Greco di Tufo.

Buon appetito 😀

Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

3 Commenti per “Riso nero di venere agli scampi

Inserisci un commento