Sono appena tornati i miei dalle vacanze e cosa mi hanno portato…? Mica una felpa un libro o un souvenir qualsiasi ma un bel pezzo di speck e della farina di mais per polenta, di quella bella rustica, di quella buona :)…Mia mamma sa che apprezzo un pezzo di speck quanto una ragazza apprezzerebbe un gioiello! Così oggi a pranzo ho deciso di unire le due cose, con l’aggiunta di un sughetto di cinghiale portato la scorsa settimana da mio padre…Non ho parole per descrivere il tutto :P.

Cosa occorre:

Per 4 persone

Per la polenta : (vedi qui)

  • 100 gr di speck tagliato a cubetti 
  • pecorino stagionato q.b

Per il sugo:

  • 800 gr polpa di cinghiale
  • 1/2 bicchiere vino rosso corposo (tipo canonau)
  • 250 gr pomodori pelati
  • 2 bicchieri di passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 foglia di alloro
  • bacche miste
  • olio evo q.b
  • sale e pepe

 

Come procedere:

Per il sugo:

Tritate sedano carota e cipolla, fate soffriggere il trito con un filo d’olio e quando le verdure inizieranno  ad appassire fate rosolare la carne tagliata precedentemente a cubetti con l’alloro e le bacche, quando tutti i pezzetti di carne saranno colorati sfumate con il vino, salate e pepate. Dopo qualche minuto aggiungete i pomodori pelati e la passata di pomodoro e lasciate cuocere per circa 40″.

Per la polenta: (vedi qui)

Prendete un bel pezzo di speck, non deve essere troppo asciutto, pulitelo dalla cotenna e tagliatelo a fettine spesse un cm, che poi taglierete a striscioline e infine a cubetti, fateli saltare in una padella antiaderente giusto 2 minuti.

Quando la polenta sarà pronta versatevi dentro i cubetti di speck e servite in cocottine con crostini e con una cucchiaiata abbondante di sugo al cinghiale e una bella grattuggiata di pecorino stagionato!

Buon appetito.

 

 

Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

Inserisci un commento