Ultimamente scrivo molto meno del solito, lo so. Gli impegni ormai sono sempre più grandi e il periodo non è stato dei migliori, per l’ennesima volta le cose non sono andate come le avevo programmate; ora non so se sono io a non saper proprio programmare la mia vita o  la sfortuna mi perseguita davvero :D, penso però che a volte quando credi fermamente, con tutte le tue forze, in qualcuno o qualcosa non vedi e non capisci cosa realmente sta accadendo o semplicemente non vorresti che le cose vadano in quel modo. Questo sarà uno degli ultimi articoli estivi purtroppo, la settimana prossima partirò per il nord sardegna per lavorare, in cucina ovviamente 😉 (forse le cose stanno prendendo il piede giusto) dunque il tempo sarà molto limitato per scrivere articoli o preparare ricette. Spero comunque di poter pubblicare qualcosa o almeno di riuscire a tenervi informati sulla mia salute psicofisica 😉 (sempre che interessi a qualcuno!!!). Ora vi lacio con questa parmigiana, non proprio classica ma che non vi deluderà di certo.

Cosa occorre:

Per 4 persone

  • 350 gr di pesce spada
  • 500 gr di pomodori pelati
  • 1 cipolla
  • 2 mazzetti di basilico (scegliete del basilico con delle belle foglie, con un bel verde acceso)
  • 1 melanzana medio-grande
  • 200 gr. circa di parmigiano
  • origano q.b
  • sale q.b
  • olio evo q.b
  • 4 pirottini in alluminio

 

Come procedere:

Lavate il basilico e fatelo asciugare. Tagliate a fette sottili la melanzana, fate scaldare per bene un’ampia padella antiaderente e adagiatevi sopra le fette di melanzane senza aggiungere nulla, giratele di tanto in tanto e quando iniziano ad arricciarsi toglietele e mettetele da parte. Per il sugo pelate la cipolla e tagliatela in 4 o 6 parti, insomma molto grossolanamente, scaldate un filo d’olio in un tegamino, aggiungete i pezzettoni di cipolla e quasi subito i pomodori pelati, aggiustate di sale e quasi a fine cottura aggiungete pochissimo origano. In una padella antiaderente (quella delle melanzane va benissimo, ottimizziamo!!) fate saltare il pesce spada, che avrete tagliato in piccoli cubetti, con un filo d’olio, non fatelo cuocere troppo perchè poi dovra farsi anche un giro in forno. Ora componiamo la nostra parmigiana, oliate con un pennellino i pirottini, foderate la base con una fetta di melanzana sopra sugo, pesce spada e una spolverata di parmigiano, altro strato di melanzana, sugo pesce spada e chiudete con una fetta di melanzana, poco sugo e parmigiano per la gratinatura (quando dico sugo ovviamente  lo intendo comprensivo dei pezzettoni di cipolla che daranno croccantezza al piatto). Dopo aver ripetuto il procedimento di “stratificazione” :D, infornate i pirottini in forno gia caldo a 180° per 15 minuti circa.

Nel frattempo che la vostra parmigiana cuoce preparate la “mousse” al  basilico, anche se in effetti non si tratta di una mousse ma di un emulsione di basilico, la consistenza però ricorda quella di una mousse. Prendete le foglie che ormai saranno belle asciutte, solo le foglie non i gambi e mettetele nel contenitore del minipimer con un filo d’olio e un nonnulla di parmigiano e un pizzico di sale, iniziate a frullare/emulsionare con movimenti dal basso verso lalto e aggiungendo altro olio evo a filo fino ad ottenere una consistenza soffice non troppo densa; prima di inziare l’operazione di emulsione mettete in freezer la lama del minipimer e magari anche il contenitore, per evitare l’ossidazione delle foglie di basilico. A questo punto la nostra parmigiana sarà pronta, servitela su uno specchio di “mousse” al basilico con la parte gratinata ovviamente verso l’alto e …

Buon appetito

 

Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

9 Commenti per “Parmigiana di pesce spada su mousse al basilico

  • All’inizio ero titubante.
    Una parmigiana… con pesce spada???
    Ma naturalmente non mi sono tirato indietro, Riccardo l’ha cucinata e… HO FATTO IL BIS!
    Bravo Richi

    • Anche con pochi strumenti in cucina si possono fare tante cose buone ;)… Poi la felicità nel dar da mangiar agli amici fa il resto

  • non ci abbandonare, mi raccomando. Almeno dicci dove sei, così ti veniamo a trovare (te e le tue leccornie).

    • :D:D…Sarò nella zona di Olbia, altro ancora non posso dire eheheh… Comunque chiaramente non vi abbandonerò e il sito non sarà mai abbandonato… Sto lavorando per voi… Il progetto finale è quello di aprire qualcosa nella mia adorata città, Cagliari, cosi da farvi assaggiare la mia cucina…anche se non ho ancora ben chiari i tempi 😉

  • Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l’iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su “Inserisci il tuo blog – sito”
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

  • beh! arrivo solo oggi…ma questa ricetta mi ha regalato un pò d’estate in questi giorni piovosi!
    spero che le cose siano andate a posto.
    ciao

  • Ciao Matteo…si si le cose alla fine sono andate per il verso giusto come ero convinto sarebbe accaduto :D… grazie mille!!!

  • Ciao LA VIA DEL GUSTO! Sono Inés, di Argentina, e una amico italiano mi ha lasciato questa pagina web per cucinare la tua ricetta: vado fare questo piatto il prossimo Venerdì Santo…mi sembra un piatto delizioso, ed è la prima volta che vado fare un cibo italiano nella mia vita!! Saluti, e Buona Pasqua 🙂

    • Ciao Ines, scusa il ritardo nella risposta, spero che la ricetta ti sia venuta bene e soprattutto ti sia piaciuta…:D…Fammi sapere!!! e buona Pasqua anche a te, anche se un pò in ritardo…ah io sono Riccardo. un saluto

Inserisci un commento