Dopo 5 giorni di GRIGIORE, finalmente splende un po’ di sole, non vedo l’ora arrivi la primavera, con i suoi colori e i suoi sapori, sono stanco dell’inverno; poi quest’anno devo dire che di freddo ne ho visto, passare da Cagliari a Monaco di Baviera è stato uno sbalzo di temperatura (e non solo :P) notevole….Ecco perchè vi metto questa ricettina, semplice semplice ma di sicuro effetto… giusto per iniziare a sentire l’odore, ancora in lontananza purtroppo, dell’estate, sufficiente però a fare venire l’acquolina in bocca…

 

Cosa occorre:

Per 4 persone

  • 12 fette di spada non troppo spesse
  • 3 zucchine
  • aglio q.b
  • menta q.b
  • origano fresco q.b
  • 100 gr insalata lollo o riccia
  • 1 radicchio trevisano
  • 1 mazzetto di rucola
  • olio extra vergine q.b
  • sale e pepe q.b

 

Come procedere:

Dunque dunque, iniziamo dalle insalatine, lavatele e mettetele a scolare, poi continuate con le zucchine, lavatele e tagliatele a fettine non troppo sottili, cercate di tagliarle un po’ in obliquo cosi da darle una forma un po’ allungata e non la solita “rondella” 😀 ne serviranno circa una ventina, scaldate per bene una piastra o una padella antiaderente e scottatele finche non diverranno dorate, riponetele in un contenitore e conditele con delle foglie di menta, un pizzico di sale, un filo di olio extra vergine e 2 goccie ma proprio 2 di aceto bianco. In una padella antiaderente ben calda scottate per pochi minuti i trancetti di pesce spada con un filo d’olio, 2 spicchi d’aglio e un trito di menta e origano fresco. Componiamo il piatto, fate dei bouquet con l’insalatina lollo, il trevisano e la rucola, e metteteli sul piatto, poi al centro posizionate a strati le zucchine e i trancetti di spada (tipo 2 zucchine, spada, 2 zucchine, spada… vedete voi insomma :)) condite con un filo dolio evo e il sughetto della padella, ricordatevi di condire anche i ciuffetti di insalata…tutto deve essere sempre condito dentro al piatto, come nella vita, no? :P.

 

Buon appetito.

Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

Inserisci un commento