Tu ancora non puoi sapere dove approderai. Ma chi incomincia a cercare ciò che ama finirà sempre per amare ciò che trova. Ti metti in cammino verso Est e magari raggiungi l’Ovest. Non è importante adesso. L’importante è mettersi in cammino. Altrimenti non arriverai da nessuna parte. E passerai il resto della tua vita a disprezzarti per ciò che avresti potuto essere e non sei stato. La meta iniziale del viaggio rappresenta solo lo stimolo per partire”
Massimo Gramellini

Dedicato a tutti quelli che vorrebbero tornare ad essere quello che non sono stati…magari un tiramisù o una zuppa di pesce

 

E in cammino ci sono da un pò adesso, cosi tanto che ho voglia di riposare…..

Se fossi un piatto cosa saresti?…Senza parole; nessuno me lo aveva mai chiesto prima, io che di piatti ne faccio 100 al giorno non ci avevo mai pensato. Che piatto sarei? Forse sarei un secondo piatto, si la portata principale, sicuramente sarei di mare, non riesco a stare più senza, sarei caldo perchè il freddo l’ho odiato…credo che sarei una  Zuppa di pesce, si proprio una zuppa di pesce. A quasi 32 anni quindi posso dire di essere diventato una zuppa di pesce, posso dire finalmente di conoscermi, posso dire grazie a tutte le persone che mi hanno aiutato a farmi conoscere, permettendomi di cambiare, si perchè alla fine nessuno ti cambia facendoti diventare una cosa che non sei, ti cambia portando alla luce una parte di te che non conoscevi ma che ti appartiene. Si cambia diventando una persona che si è già, ma quello che più importa è che si cambia ;).

 

Cosa occorre:

Per 4 persone

  • 4 calamari
  • 4 gamberoni
  • 2 scorfani medi
  • 2 verdoni (o altri pesci da zuppa)
  • una manciata di vongole e cozze
  • 300 gr di pomodori pelati
  • 3 o 4  bicchieri di brodo di pesce caldo (va bene anche acqua calda)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 peperoncino
  • 2 foglie d’alloro
  • pane per crostini q.b
  • sale e pepe q.b

 

Come procedere:

Innanzitutto pulite bene il pesce dalle interiora e dalle squame, lavatelo per bene e mettetelo da parte; pulite i calamari, togliete il becco, gli occhi e la penna (l’ossicino di cartilagine all’interno del sacco) e lavateli in acqua corrente. Preparato il pesce (se vi va sfilettatelo cosi da usare poi le lische per il brodo ;)) prendete un tegame bello capiente scaldate il tegame e mettete un filo abbondante d’olio, 2 spicchi d’aglio e un peperoncino l’alloro, che come direbbe il mio amico Nicola non può mancare, fate insaporire  l’olio e iniziate a rosolare i calamari tagliati a rondelle spesse, fateli colorare qualche minuto eaggiungete  i pesci che vi rimanevano, fate rosolare  anche quelli e aggiungete i pomodori pelati e il brodo di pesce, coprite e lasciate cuocere per circa venti minuti, controllando di tanto in tanto, a 5 minuti dalla fine aggiungete una manciata di vongole e cozze, aggiustate di sale se necessario, servite con dei crostini semplici con olio sale e pepe, una spolverata di prezzemolo fresco e un filo d’olio buono.

 

Buon appetito

 

 

 

 

 


Condividi su...Share on Facebook0Condividi su Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on TwitterEmail this to someoneCondividi su Facebook

2 Commenti per “La zuppa di pesce

  • …in bocca al lupo per qualunque meta raggiungerai durante il tuo meraviglioso viaggio…FACCI SOGNARE come hai fatto fino ad ora! Sei forte Ric!

    • Ecco, lacrimuccia :). Grazie Marta, un abbraccio…Per i sogni ci stiamo lavorando 😉

Inserisci un commento